Conoscere Lo SHIATSU

di Novella Vycpalek (@novellavyc)


Buongiorno a tutti e ben ritrovati nella pagina dedicata al benessere olistico!  

Il nostro intento è quello di raccontare ciò che è benessere a 360 gradi, dal punto di vista fisico, mentale e spirituale per trovare o ritrovare il nostro equilibrio e dare degli spunti di riflessione per iniziare un percorso di crescita individuale o, perché no, iniziare a pensare a un percorso professionale.

Vogliamo darvi un quadro generale delle varie opportunità e farvi conoscere le varie discipline olistiche, affinchè sia possibile scegliere consapevolmente cosa può farvi bene e cosa può fare al caso vostro.

Per fare ciò proporremo articoli che descrivano abitudini e aspetti che possono aiutarci a trovare una stabilità psico-fisica  nella vita di tutti i giorni alternati ad interviste a esperti del settore, a chi pratica e a  chi attivamente insegna queste discipline perchè possano dare testimonianza reale della materia e dei suoi benefici.

(clicca qui per leggere l'articolo sulle VIBRAZIONI ENERGETICHE;

e qui per leggere quello sulla MEDITAZIONE)

Oggi parleremo dì Shiatsu insieme a Gianluca Gherardini, operatore professionale di questa disciplina.



Novella: Ciao Gianluca è un piacere incontrarti! Partiamo dal principio, che cos'è lo Shiatsu?

Gianluca: Ciao Novella! grazie per avermi proposto questa intervista! La parola giapponese Shiatsu significa "pressione con le dita", deriva dalla forma più antica di guarigione con le mani.


Nel 1964 è stato riconosciuto dal governo giapponese come metodo terapeutico.

Questa disciplina ha origine dai metodi più antichi di massaggio, che in Giappone si chiamavano Anma e in Cina Tuina. L'Anma è un antico massaggio tradizionale che veniva praticato dai samurai e aveva come scopo quello di ristabilire il corretto flusso energetico all'interno dei meridiani. Tuina invece è una terapia cinese composta di tecniche manuali grazie alle quali veniva inquadrato il sistema energetico della persona. Tra i maestri che svilupparono un proprio stile di Shiatsu è importante menzionare Namikoshi Tokujiro e Shizuto Masunaga. N: a cosa serve lo Shiatsu?

G: lo scopo è quello di mantenere in equilibrio l'energia, il cosiddetto QI (si pronuncia Ci in cinese e Ki in giapponese) che scorre nei meridiani (i canali energetici che attraversano il nostro corpo). Ogni meridiano è collegato a un organo il quale ha una sua funzione specifica psico-fisica ed e possibile entrare in contatto con l’energia che vi scorre in particolare in corrispondenza di alcuni punti, si tratta di punti di agopuntura che in Giapponese si chiamano Tsubo. In un fisico sano ed equilibrato il Qi scorre armonioso nei meridiani ma quando il corpo si indebolisce (ad esempio a causa di fattori esterni come caldo o freddo o a causa di emozioni forti) si creano dei blocchi, ovvero delle zone con carenza o eccesso di energia quindi bisogna agire per sedare o tonificare la zona interessata.




N: si lavora quindi su una zona in particolare?

G: ci sono diversi stili di trattamento, alcuni si concentrano su punti precisi, ad esempio gli stessi punti che tocca l'agopuntura, altri invece privilegiano il lavoro su tutto il corpo per far fluire il QI. Altri ancora ricorrono a sistemi diagnostici.

N: cosa intendi per sistema diagnostico?

G: è importante capire le origini di eventuali disarmonie che possono derivare da cause interne, esterne o varie (per esempio un trauma) quindi si parte da una diagnosi: si fanno delle domande specifiche alla persona sul suo stato fisico e psichico, la sua storia, il suo stile di vita oltre che di ogni sintomo manifesto. I metodi tradizionali per ottenere queste informazioni consistono nel guardare, nel chiedere, nell’ ascoltare, nell’odorare e nel toccare. Ciascun metodo da il suo contributo a formare un quadro generale sul quale poi si procede alla seduta di Shiatsu. E' importante sottolineare che l'operatore shiatsu non è un medico e non ne fa le veci quindi per qualsiasi problematica legata a una malattia vera a propria bisogna rivolgersi sempre a un medico.

N: Ho letto che lo Shiatsu può essere abbinato insieme alle cure mediche come disciplina complementare al trattamento di alcune problematiche, è vero?

G: Verissimo,possiamo intervenire su malesseri di vario genere, per esempio per la medicina tradizionale cinese un'emicrania non è soltanto un dolore che interessa la testa, tanto meno deve essere bloccato senza tener conto della sua origine o gestito allo stesso modo in tutti gli individui che ne soffrono. Esso può essere collegato alle condizioni energetiche generali di tutto il corpo, alle circostanze ed allo di vita della persona cosicché la pratica che ne segue potrà interessare a seconda dei casi meridiani e punti diversi.


N: Lo Shiatsu è una disciplina riconosciuta?

G : Lo Shiatsu fa parte di quelle che vengono chiamate discipline Bio naturali descritte dalla Legge n.4/2013. In sintesi, in base a questa legge, lo stato demanda alle varie associazioni nazionali di categoria di stabilire quali caratteristiche deve avere un professionista per garantire la preparazione e la professionalità. È bene precisare che non esistono regole statali riguardo la formazione di un operatore Shiatsu e non esiste alcuni tipo di requisito particolare. Quindi è importante verificare e capire il tipo di formazione che ha eseguito l’operatore.


N: perchè hai scelto lo Shiatsu?

R: per me è stata la naturale conseguenza al mio percorso di crescita iniziato con il Reiki; a un certo punto ho sentito la necessità di integrare quello che stavo facendo con un’altra tecnica che andasse ad accrescere il bagaglio che già avevo; un ulteriore passo importante verso il raggiungimento di una sempre più armonia interiore, perché queste discipline ti arricchiscono molto.

N: Quanto dura il percorso? E' impegnativo? G: la scuola che ho frequentato è durata 3 anni. Nel primo anno si inizia con un quadro teorico generale, si impara la differenza tra Yin e Yang, le loro leggi, i 5 elementi ma è importante abbinare anche la parte pratica per imparare a fare un trattamento base. Parlandoti della mia esperienza e della scuola che ho frequentato siamo partiti a imparare a gestire la pressione del tocco, il quale deve essere perpendicolare al corpo seguendo il ritmo del respiro del ricevente. Il trattamento deve essere come una sorta di meditazione che si fa in due, operatore e ricevente . Alla fine dell'anno c'è un esame pratico.


Nel secondo anno si va più nel dettaglio studiando inoltre gli organi Zang Fu sulla base della medicina tradizionale cinese, le loro funzioni e i meridiani di riferimento oltre naturalmente alla diagnosi energetica della persona. 

L'esame finale verte su una diagnosi energetica dell’individuo sulle basi della medicina tradizionale cinese ed il trattamento che ne consegue. Il terzo anno verte in vari seminari, che venivano svolti mensilmente,dove trattavamo vari argomenti come ad esempio la respirazione o l’apparato digerente dove andavamo ad analizzare i vari organi interessati, la loro parte anatomica, i vari meccanismi, le varie problematiche e la descrizione delle varie sindromi in base alla medicina tradizionale cinese. In questo ultimo anno dovevamo affrontare un esame al mese. Sembra un percorso complesso ma è importante avere sempre ben presente che andiamo ad interagire con una persona è quindi importantissimo sapere cosa stiamo facendo nel rispetto di chi si è affidato a te! N: esistono corsi per chi volesse praticare ad un livello più basilare?

G: Certo, ci sono corsi che durano qualche mese e che si fermano alle nozioni di base. Non è obbligatorio terminare il percorso formativo. Come per il Reiki, puoi fermarti al primo livello, o proseguire sino al termine del percorso.

N: questa disciplina è a portata di tutti oppure bisogna essere predisposti?

G: tutti possono avvicinarsi allo shiatsu, si tratta di una disciplina dinamica che dà tantissima soddisfazione. A differenza del Reiki in cui il movimento è limitato, lo shiatsu è una tecnica dinamica, ci si muove intorno al corpo del ricevente, si fanno delle trazioni, degli stiramenti, delle pressioni, queste ultime effettuate con le dita (digitopressione) ma che possono anche essere portate con i palmi delle mani, con le nocche e con i gomiti.

N: in cosa consiste un trattamento e quanto dura?

G: dura 1 ora circa poi dipende dalla diagnosi così come il numero degli incontri. Il trattamento normalmente si fa a terra sul Futòn utilizzando eventualmente anche dei supporti come ad esempio dei cuscini in modo da sistemare il soggetto nella posizione più corretta e confortevole (in alcuni casi viene fatto anche in posizione seduta o su un lettino). È importante creare anche un'atmosfera rilassante, un ambiente tranquillo e non rumoroso in cui la persona si senta a suo agio. Normalmente le pressioni portante sono profonde, ma vengono effettuate in maniera dolce e graduale, in modo da non creare sensazioni di fastidio o di dolore nel massaggiato. Lo Shiatsu riequilibra il corpo in profondità ed è una tecnica che lavora sull’armonia globale della persona ed è importante la risposta che riceviamo da quest’ultima sia durante il trattame

D: chi si rivolge a te per i trattamenti? 

R: chiunque, persone di tutte le età. Come ho detto lo Shiatsu contribuisce a ristabilire l’equilibrio psico fisico della persona e porta molti benefici. Per esempio aiuta in situazioni di ansia e stress, dolori muscolari, articolari, dolori cervicali, lombari o può essere anche un valido aiuto nel caso di problematiche al collo, e al dorso o irrigidimento delle articolazioni. Questi sono soltanto alcuni esempi dei benefici portati da questa bellissima disciplina. 


D: consiglieresti lo Shiatsu a chi vuole avvicinarsi a una disciplina olistica?

R: si! per me è bello poter aiutare gli altri, è una disciplina affascinante per tutte le possibilità che ti dà

Grazie mille Gianluca per la tua disponibilità! Sei stato chiarissimo, e ci auguriamo che i nostri lettori siano incuriositi! 



Dai, scrivici! Hai qualche richiesta, curiosità, o bisogno di un consiglio? Digita il tuo messaggio qui sotto!

© 2023 by Train of Thoughts. Proudly created with Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now