BOTE' MAGAZINE DI SETTEMBRE | EDITORIALE



Settembre per me vuol dire una sola cosa: rentrée.


Rientro. Ritorno.


Momento di buoni pensieri, di cambiare pelle, voglie, abitudini, motivazioni: ricominciare. Attenzione, non si tratta della lista dei propositi che si compila a Capodanno e si dimentica all'Epifania: si tratta piuttosto di cogliere l'opportunità delle vibrazione energetiche alte che le vacanze e il distacco dalla quotidianità ci hanno regalato per investire in qualcosa di bello per noi stessi.


La rentrée di Botè Magazine è questa: intervistiamo una guru indiscussa della skincare ecobio; scriviamo una dichiarazione d'amore a un prodotto blu che da solo può sostituire tutte le nostre lozioni e pozioni di bellezza; raccontiamo che cos'è (in poche parole!) la complicatissima skincare coreana, ma ci facciamo incuriosire da quella semplicissima australiana; conosciamo meglio lo shiatsu.


Ma soprattutto: ripartiamo, un po' più green.


Facciamo un gioco? Proviamo per 1 mese a provare a rendere la nostra skincare più sostenibile, e vediamo al termine di questo periodo che cosa avremo imparato.


Comincio io:

- eviterò le salviette e i pad struccanti non biodegradabili e sopratutto mai e poi mai le getterò in uno scarico (provate a googlare "fatberg" e scoprirete perchè);

- utilizzerò pochi prodotti naturali di alta qualità con imballaggi riutilizzabili o ricaricabili, quando possibile;

- quando aprirò un nuovo prodotto, appiattirò le scatole e le riciclerò con i loro inserti di carta ogni volta;

- dato che le pompe all'interno della maggior parte delle bottiglie spray non sono riciclabili, le getterò come rifiuto a parte prima di riciclare le bottiglie di vetro o di plastica;

- utilizzerò più possibile prodotti solidi per la cura della persona (magari non tutti i giorni, ma saranno sicuramente l'opzione per quando viaggio);