Chakra Numero 2 | SVADHISTHANA

di Novella Vycpalek (@novellavyc)



Cari lettori, spero che la lettura sui chakra vi appassioni, proseguiamo affrontando il secondo!


SVADHISTHANA



Detto anche chakra dell’ombelico, si posiziona nel ventre, è connesso al cibo, alla sessualità e al corpo;


è collegato al primo chakra, quindi se il primo fosse non in equilibrio facilmente anche il secondo lo sarà.

E’ legato all’elemento acqua quindi alle funzioni corporee legate ai liquidi: la circolazione, o l’eliminazione delle urine, ma si riferisce anche al significato intrinseco collegato alle emozioni, la capacità di fluire e superare gli ostacoli.


L’acqua di una sorgente è in grado di deviare le rocce e ha la forza di lasciarsi condurre arrivando a destinazione. Il suo movimento è incessante e non represso, ma trasformato. La trasformazione secondo natura significa muoversi in modo complementare alle forze che agiscono su di noi.


Questo è dunque il chakra dei cambiamenti, del mutamento.


Il cambiamento è ciò che ci risveglia, che ci stimola, senza la volontà di cambiare le nostre menti rimarrebbero chiuse, non ci sarebbe evoluzione o crescita.


E’ legato al colore arancione, simbolo dell’armonia interiore e della sacralità (pensate ai monaci buddhisti la cui veste è solo di questo colore): portare addosso questo colore può aiutare a livello energetico a riequilibrarlo; ricordatevi che quando non vi piace un colore o non ne siete attratti potrebbe essere proprio perché avete bisogno di ripristinare il rapporto che avete con questo chakra.


Questo chakra è anche collegato alla Luna come elemento che va ad influire sulle maree (quindi sempre all’acqua), governando ciò che è inconscio e misterioso.


Quando il secondo chakra è fuori equilibrio potrebbero verificarsi problemi di fiducia: ci si potrebbe comportare in modo freddo e distaccato con le altre persone, o si potrebbe sperimentare il contrario (quindi essere eccessivamente bisognosi, dipendenti e ipersensibili).


E’ importante dunque provare a rilasciare le emozioni che spesso accumuliamo lasciando andare, a lasciarle fluire.


Trattenere le emozioni è una pratica dispendiosa di energie che porta a una sorta di immobilità interiore nei confronti di noi stessi e degli altri.

Per riequilibrare questo chakra esistono delle meditazioni specifiche che potete trovare su you tube, come questa:




Potete anche provare ad aumentare l’intensità del risultato con l’aiuto del cristallo abbinato, che potrete tenere in mano.


Oppure facendo yoga: la posizione consigliata è quella del cobra o della farfalla.


Posizione del Cobra:




Posizione della Farfalla:




Dai, scrivici! Hai qualche richiesta, curiosità, o bisogno di un consiglio? Digita il tuo messaggio qui sotto!

© 2023 by Train of Thoughts. Proudly created with Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now