Come Il MIELE Può Fare Del Bene Ai Tuoi Cosmetici (E A Te)


Il miele è un ingrediente noto nella cosmesi, per delle ottime ragioni. Continua a leggere per conoscerlo un po' meglio, inserirlo nella tua Beauty Routine e guardare più da vicino come viene prodotto


Oh, Honey.


Dolce liquido prodotto dalle api, a partire dal nettare dei fiori. Sembra che ne esista una sola tipologia (il millefiori: dorato, semiliquido, dolce e basta), quando nella realtà la varietà a disposizione è enorme. In teoria, potrebbe esiste un tipo di miele per ogni fiore.


Il sapore cambia tantissimo: quello di castagno, di un ambra scuro, ha un gusto pieno, ma secco. Quello di ciliegio è zuccherino e floreale. Quello di tiglio è fresco, intenso e persistente. Quello di rododendro è fatto di cristalli di dolcezza. E si potrebbe andare avanti all'infinito.


Noi di Botè siamo fanatiche del miele in tutte le sue forme, consistenze e colori e siamo fortunate perchè lo conosciamo da molto vicino (presto ti racconteremo perchè...per adesso trovi uno spoiler nel video che vedrai andando avanti a leggere l'articolo), sia come alimento sia come ingrediente cosmetico. Ed è proprio di quest'ultimo utilizzo che vogliamo parlare.


Ne vogliamo parlare perchè il miele sta sicuramente diventando un ingrediente molto desiderato nel settore della cura della persona. La ricerca scientifica e farmaceutica nel campo sono ancora in fase relativamente precoce, e

ancora oggi stiamo scoprendo la ricchezza di benefici per la salute che ha da offrire:

studi recenti hanno esaminato i vantaggi dell'utilizzo del miele per una varietà di applicazioni medicinali, ma la vera portata dei benefici per la salute del miele deve essere ancora scoperta nel suo pieno potenziale, con la ricerca.


Un assaggio di storia...


Il miele ha una reputazione storica di tutto rispetto: sembra incredibile pensarlo, ma le pitture rupestri hanno mostrato che già da circa 8000 anni l'uomo utilizzasse il miele (anche se non ci sono evidenze del fatto che l'uomo conservasse e coltivasse colonie di api fino al 2.400 a.C.): l'immagine a destra rappresenta la raccolta del miele in una pittura rupestre a Valencia (Achillea - Drawn of a painting from the caves of Cueva de la Araña).


Il miele è stato anche un pilastro delle pratiche mediche di molte culture per secoli: oltre 4.000 anni fa, il miele era utilizzato nella medicina tradizionale ayurvedica, dove si riteneva fosse efficace nel trattamento dell'indigestione e degli squilibri del corpo.


Prima del suo utilizzo negli antichi egizi, il miele veniva strofinato sulla pelle per curare le ferite, ed è stato trovato in sostanze medicinali da oltre 5.000 anni fa.



...e di come il miele viene prodotto


Molti di voi avranno già familiarità con il modo in cui viene creato il miele. In buona sostanza: quando le api prelevano il nettare dai fiori, lo immagazzinano nel loro secondo stomaco, o sacche di miele, e lo mescolano con gli enzimi prodotti dalle ghiandole che hanno in bocca.


Questa miscela è un liquido, e viene immagazzinata nel nido d'ape esagonale (la celletta) dove il battito delle ali delle api evapora nel tempo l'acqua in eccesso. Una volta che il miele raggiunge una buona consistenza, le api ricoprono ogni celletta con un sigillo di cera, che si producono da sole. Ciò indica agli apicoltori che il miele è pronto per essere "smielato" (ovvero raccolto e consumato), e quando si può iniziare a ottenerlo, così:


ecco il video spoiler...



Il Miele nell'industria della cura della persona


Se andassi ora ad aprire il beauty case o l'armadietto del bagno, molto probabilmente troveresti dei cosmetici che contengono miele.


Secondo Mintel (2016)

"il miele sta rapidamente diventando un ingrediente preferito tra i consumatori, con oltre il 75% delle persone interessate all'acquisto di un prodotto contenente miele. Ciò è probabilmente dovuto alle proprietà curative e medicinali del miele, combinate con il fatto che è un ingrediente naturale"

Secondo Cosmetics Info (2016) il miele può essere utilizzato nei prodotti cosmetici come umettante per rallentare la perdita di umidità da un prodotto, oltre ad essere usato come fragranza e agente di condizionamento della pelle.


Negli ultimi anni il settore della cura personale ha visto un enorme cambiamento nel comportamento dei consumatori, che sono diventati molto più consapevoli degli ingredienti utilizzati nei loro prodotti di bellezza.


Oggi stanno diventando sempre più popolari gli ingredienti derivati ​​da super alimenti, come la farina d'avena, la frutta, le alghe e, ovviamente, il miele. I consumatori vogliono essere sicuri che gli ingredienti siano stati acquistati in modo responsabile e che i prodotti facciano bene alla pelle. Infatti, sempre Mintel (e sempre nel 2016) stimava che gli ingredienti botanici ed erboristici stessero guidando oltre il 60% degli sviluppi di nuovi prodotti nel settore della cura personale. Adesso e in futuro probabilmente la percentuale sarà anche più elevata.

C'è un'infografica molto carica di Stephenson Personal Care che riassume bene tutto questo:



Un'altra infografica carina sui benefici del miele nella skincare è quella di Honey Colony:



Le caratteristiche cosmetiche del miele



Nome INCI: Mel


Proprietà


Antisettico, cicatrizzante e antibatterico grazie alla presenza di enzimi come la glucosio-ossidasi - che produce delle piccole quantità regolari di perossido di idrogeno (H2 O2....cioè acqua ossigenata!).

Inoltre, il nettare raccolto dai fiori è ricco di zuccheri naturali come fruttosio e glucosio, e la reazione di questi zuccheri con gli enzimi delle api conferisce al miele un pH acido di circa 3,9.


Secondo Molan (2001) i batteri non sopravvivono in un ambiente con una tale acidità; in più la viscosità del miele contribuisce a distruggere altri microrganismi indesiderati sulla pelle. I prodotti per la pulizia del viso contenenti miele sono quindi ideali per aiutare a curare le persone che soffrono di acne.

Idratante e nutriente per pelle e capelli

Avendo proprietà igroscopiche, il miele attira e assorbe l'umidità dall'aria. Ciò significa che avere il miele come ingrediente nei prodotti per la cura della pelle e del corpo aiuterà effettivamente a mantenere la pelle o i capelli idratati.

Anti età

Ricco di antiossidanti, il miele ha proprietà uniche che lo rendono un ingrediente ideale da utilizzare nei prodotti anti-rughe e anti-invecchiamento: il risultato finale è una pelle più soda e luminosa (Ecologist, 2012).


Anti forfora

Secondo uno studio del 2001 pubblicato sull'European Journal of Medical Research, il miele può apportare sollievo temporaneo al cuoio capelluto colpendo la forfora. Lo studio ha scoperto che l'applicazione di miele diluito con acqua calda al 10% in aree problematiche e di lasciarlo acceso per tre ore prima del risciacquo, ha portato a un sollievo dal prurito e nessun ridimensionamento entro una settimana. Le lesioni cutanee sono guarite entro due settimane e i pazienti hanno persino mostrato un miglioramento nella caduta dei capelli.


Composizione


- glucidi: Il miele ha un elevato livello di monosaccaridi (fruttosio, saccarosio, maltosio e glucosio) - vitamine: principalmente del gruppo B, ma anche vitamine A e C sali minerali, aminoacidi - enzimi come il glucosio ossidasi

- fattori antibiotici naturali come l'inibina

- minerali come ferro, calcio, potassio, magnesio, fosforo, zolfo, sodio, ferro, rame, manganese

- sostanze antiossidanti: carotenoidi, flavonoidi, antociani, xantofille

Fonti


Mintel Market Report, Category Insight: Shampoo & Conditioner, May 2016.


Mintel Market Report, Interest in Natural Formulations Drives Struggling US Facial Skincare and Anti-Ageing Market, June 2016


P.C. Molan, Honey as a topical antibacterial agent for treatment of infected wounds; 2001.


Nutrition Foundation of Italy, Fascicolo Miele


Brodschneider et al., Multi-country loss rates of honey bee colonies during winter 2016/2017 from the COLOSS survey. Journal of Apicultural Research, 57, 452-457, 2018


Noori Al-Waili, Honey for Wound Healing, Ulcers, and Burns; Data Supporting Its Use in Clinical Practice , 2011, Martin Goette


Koya-Miyata S, Okamoto I, Ushio S, Iwaki K, Ikeda M, Kurimoto M., Identification of a collagen production-promoting factor from an extract of royal jelly and its possible mechanism. Biosci Biotechnol Biochem. 2004 Apr;68(4):767-73.


Boukraâ L, Niar A, Benbarek H, Benhanifia M.,Additive action of royal jelly and honey against Staphylococcus aureus, J Med Food. 2008 Mar;11(1):190-2.


Guo H, Ekusa A, Iwai K, Yonekura M, Takahata Y, Morimatsu F., Royal jelly peptides inhibit lipid peroxidation in vitro and in vivo, J Nutr Sci Vitaminol (Tokyo). 2008 Jun;54(3):191-5.


Dai, scrivici! Hai qualche richiesta, curiosità, o bisogno di un consiglio? Digita il tuo messaggio qui sotto!

© 2023 by Train of Thoughts. Proudly created with Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now