Il Potere Dei Chakra

di Novella Vycpalek @novellavyc


Carissimi amici, in questo numero di Dicembre voglio introdurre una tematica molto importante, direi essenziale per chi volesse avvicinarsi al mondo delle energie sottili: parleremo dei chakra.




Riprendendo quanto detto nel numero di ottobre sulle energie sottili e l’aura ricordiamo che per energie sottili si intende l’insieme di energie non misurabili con delle strumentazioni e che vengono percepite dalle persone con un’elevata sensibilità;


l’Energia è ovunque perché tutto è Energia.


Vediamo ogni oggetto nella sua forma fisica, ma un oggetto è composto anche dall' energia che emana, che va oltre lo stato fisico e che interagirà con le energie di ciò che ha intorno, comunicando.


Chakra è una parola che in sanscrito (antica lingua parlata dalle popolazioni indiane, utilizzata per redigere testi) significa Ruota; il termine viene ritrovato già nei Veda (testi sacri indù) risalenti al 2000 a.C.;


si tratta di centri di attività per la ricezione, assimilazione e trasmissione di energia, mentre a livello spirituale sono dei centri di consapevolezza;


l’energia scorre attraverso questi canali con movimenti ascendenti e discendenti formando delle spirali, e girando, appunto, come una ruota.


I chakra sono collocati sia anteriormente che posteriormente rispetto alla posizione che occupano all’interno del nostro corpo.


Quando questi punti energetici non sono in equilibrio si parla di blocchi o di chakra chiusi, che non permettono all’energia di fluire; questo si verifica quando l’energia non riesce più ad entrare, o anche quando vi è un eccesso di energia che non riesce a fluire regolarmente e che per questo è necessario riequilibrare.


Le cause possono essere molteplici: lo stress, un disagio, un dolore o anche semplicemente la tristezza.



Esistono 7 chakra principali.

sette come i colori dell’iride, sette come le note musicali, come i giorni della settimana; si crede che anche i principali cicli di vita abbiano la durata di 7 anni (vedete quanto a livello simbolico e numerologico sia importante questo numero, un numero spirituale, ma che indica anche cambiamento ed evoluzione o - nel buddhismo - la completezza).


La somma totale dei 7 chakra forma nel nostro corpo una colonna verticale chiamata sushumna che connette i chakra tra loro.


Accanto a questa “strada principale” esistono dei collegamenti paralleli: una sorta di strade secondarie o canali alternativi (un po’ come i meridiani della medicina tradizionale cinese).




Ecco un piccolo riepilogo dei 7 chakra, partendo dal basso:


- Chakra 1: alla base della spina dorsale; è collegato alla sopravvivenza, il suo elemento è la Terra;


- Chakra 2: nella parte inferiore dell’addome; collegato alle emozioni e alla sessualità, il suo elemento è l’Acqua;


- Chakra 3: si trova nel plesso solare; associato al potere personale, il suo elemento è il Fuoco.


- Chakra 4: si trova sopra lo sterno; associato all’amore, il suo elemento è l’Aria;


- Chakra 5: collocato nella gola; associato alla comunicazione, il suo elemento è il Suono;


- Chakra 6: si trova al centro della fronte; associato alla chiaroveggenza e all’intuizione, il suo elemento è la Luce;


- Chakra 7: in cima alla testa; associato alla saggezza e alla comprensione, il suo elemento è il Pensiero.


Esistono degli esercizi appositi per imparare a percepire ogni centro energetico, e delle meditazioni per collegarsi all’energia di ogni chakra.


E' importante sapere che gli stessi possono essere ribilanciati tramite pratiche olistiche, ma anche attraverso un’alimentazione specifica, oppure utilizzando abbigliamento con il colore del chakra oppure ancora con l’utilizzo dei cristalli (per questo aspetto vi invito a leggere l’articolo dedicato).


Nei prossimi numeri tratteremo nello specifico un chakra per volta, partiremo dal primo chakra.