Protezione, radicamento e centratura: LE PIETRE DEL I CHAKRA

di Chiara Landi (@la_bancarella_olistica)


Avete mai sentito parlare di chakra?


Il termine "chakra" significa "vortice" e rappresenta il punto di snodo dell'energia corporea che caratterizza ognuno di noi. I chakra sono veri e propri centri di energia che, in base alla zona del corpo regolata, si distinguono in chakra minori e maggiori: i primi hanno responsabilità più locali (come ad esempio il chakra del palmo della mano), mentre i secondi hanno compiti di regolazione energetica primari, interessando organi e ghiandole fondamentali per il nostro benessere, come ad esempio il chakra del cuore. Il primo é noto come chakra della radice (per approfondire leggete qui) ed é situato tra l'osso sacro e il coccige. L'elemento che caratterizza questo centro energetico é la terra ed il prana colore corrispondente é il rosso. Pertanto in cristalloterapia le pietre associate al I Chakra sono rosse.


Le classiche che possiamo citare sono

  • il diaspro rosso o oceano:

  • il rubino

  • il granato

  • l'aragonite:



  • il corallo

  • la mokaite:


  • la calcite rossa:

  • la corniola (quando si presenta nelle sfumature del rosso più intenso):

Le pietre rosse energizzano la persona, andando a conferire un maggiore legame con la vita fisica e un più spiccato senso di sopravvivenza e concretezza. Le pietre con prana colore rosso hanno influenze sulla temperatura corporea, sulla vitalità della persona e sulla crescita cellulare. Sono cristalli radicanti che ancorano a terra le energie in modo che la persona si senta ben salda alla propria quotidianità. Un ruolo simile di centratura dell'individuo viene svolto anche dalle pietre nere:

  • ossidiana

  • tormalina nera:

  • shungite

  • basalto:


  • corallo nero

  • onice:

  • magnetite:


sono cristalli di protezione dalle energie negative e radicanti per la persona. I segni zodiacali che più sentono la necessità di pietre nere di protezione sono i segni di aria e di acqua in quanto i primi lavorano molto di testa ma sono meno pratici, mentre i secondi sono spesso influenzati dalla loro emotivitá che può far perdere la concretezza e la praticità applicata alla vita di tutti i giorni. E' interessante dire che tormalina, shungite e quarzo fumé hanno la capacità di assorbire le negatività intese come onde elettromagnetiche derivanti da apparecchiature elettriche (PC, cellulari, frigoriferi...): risultano quindi molto utili per la schermatura della persona in ambienti inquinati da questo tipo di energie. Fisicamente i cristalli del primo chakra sono collegati al sistema osseo e muscolare, ed in caso di dolori articolari questo tipo di pietre vanno a rappresentare un ottimo supporto per la persona. Come possiamo capire di aver bisogno di questa tipologia di cristalli ?


Ad esempio se:

- proviamo difficoltà ad affrontare la giornata, a svolgere le nostre azioni quotidiane; - non riusciamo a realizzare i nostri intenti nella vita pratica; - sentiamo di avere poca energia fisica nel fare le cose; - abbiamo crampi, problemi muscolari e disfunzioni circolatorie; - sentiamo di avere la "testa tra le nuvole" Se rientrate in uno dei casi sopracitati potete provare ad utilizzare un cristallo a vostra scelta tra quelli menzionati, che risuona maggiormente con voi, ed iniziate a tenerlo in tasca. Ottimi per il radicamento sono i braccialetti di cristallo (sia rossi che neri) in quanto una volta indossati vanno a collocarsi vicino a questo centro energetico, riequilibrando le energie collegate.


Dai, scrivici! Hai qualche richiesta, curiosità, o bisogno di un consiglio? Digita il tuo messaggio qui sotto!

© 2023 by Train of Thoughts. Proudly created with Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now