Praticare La Meditazione

di Novella Vycpalek (@novellavyc)



Carissimi lettori,

questo mese approfondiremo il tema della meditazione! Per poter iniziare a percepire le energie e le vibrazioni di cui parlavamo nel numero precedente di Boté ed entrare più a contatto con tutto ciò che è benessere spirituale dobbiamo iniziare da noi stessi e dalla nostra concentrazione.


La parola meditazione deriva dal latino "meditatio", ovvero riflessione.

E’ dunque una pratica che si utilizza per raggiungere una maggiore padronanza delle attività della mente in modo da placare l’incessante “ chiacchericcio” dei pensieri, e acquietare la mente (cosa che non è per niente facile). La vita frenetica e le mille cose da fare ci costringono ad avere una mente sempre attiva con mille pensieri che si intrecciano tra loro. Questi pensieri in fase di meditazione portano a distrarci e a non concentrarci su noi stessi.


Non è facile raggiungere questo stato di totale calma, ma non è impossibile, tutto sta nell'essere costanti e provare a fare molti esercizi! Vedrete che il vostro corpo e mente vi ringrazieranno!


"Tutte le difficoltà dell’uomo sono causate dalla sua incapacità di mettersi a sedere da solo in una stanza nella completa quiete."

Blaise Pascal

Lo stato di meditazione viene raggiunto con la totale concentrazione dell’attenzione nel momento presente qui e ora. Tale pratica, in forme differenti, è riconosciuta da molti secoli come parte integrante di tutte le principali tradizioni religiose.


Gli esercizi di meditazione possono essere gli stessi, ma la motivazione farà la differenza per i risultati che otterrete.


Esistono diverse forme di meditazione ma esistono delle componenti in comune con tutti i metodi meditativi:


Rilassamento

Concentrazione

Alterato stato di coscienza

Sospensione de processi di pensieri logico e razionale




Differenza tra concentrazione e meditazione:

Concentrazione è un allenamento controllato volontariamente, per fare un esempio pratico è come quando proviamo più volte ad andare in bici provando diversi movimenti, dobbiamo essere concentrati.


Meditazione è quando andiamo in bici senza più pensare, siamo padroni di tutti i movimenti e ci dirigiamo alla meta senza soffermarci sui movimenti o a stare in equilibrio ed e volto a un continuo miglioramento della nostra vita spirituale.


Non vi annoierò con la storia della meditazione partendo dall'India e passando da Buddha, ma è giusto  che sappiate che questa pratica era utilizzata già 5000 anni fa, ed era  fondamentale per mettersi in rapporto con la divinità che avrebbe portato a una sorta elevazione illuminante anche grazie al potere evocativo della preghiera.


Le tecniche meditative si possono raggruppare in 3 categorie:

  1. Meditazione mantrica: basata su ripetizioni di parole frasi,canti e invocazioni 

  2. Meditazione visiva: basata sulle visualizzazioni

  3. Meditazione che fonde cuore e mente, basata sul concetto che riesca ad assorbire l’attenzione del meditante. Da questa fusione dipende la veggenza più profonda

Abbiamo accennato ai Mudra nel numero precedente, i quali sono gesti simbolici che vengono utilizzati anche nello yoga ad esempio per intensificare i benefici della  meditazione (parleremo dei Mudra prossimamente!).

Prima di poter sperimentare una delle forme di meditazione di cui abbiamo parlato dobbiamo imparare dunque a liberare la mente e a respirare!

Imparare a respirare  e dare importanza al nostro respiro aiuta anche a livello fisico: il respiro porta ossigeno al cuore che a sua volta lo distribuisce nel corpo attraverso il sangue.


Quando meditiamo la respirazione è più lunga e lenta, e ciò indica che viene messo in circolo molto più ossigeno. Questo aiuta non solo a a rilassarci 


Respirare correttamente e profondamente aiuta a: calmare la mente, depurare il corpo espellendo tossine, migliorare la circolazione e la digestione, ritrovare energia e alleviare lo stress. 

Per chi non ha mai praticato la meditazione e incuriosito vuole iniziare a cimentarsi, propongo di iniziare con degli esercizi di respirazione

Provate a rimanere concentrati sul vostro respiro per più di 3 minuti: vedrete che non è così facile! Verrete aggrediti da mille pensieri! 


Non è facile silenziare la propria mente! Potrebbe anche succedere che non riusciate a stare fermi in una posizione, sentire qualche doloretto o anche solo pensare "tanto non ci riesco" autogiudicandovi.


Non preoccupatevi di sbagliare, l'importante è provare, è normale quando non si è abituati, ma vedrete che perseverando riuscirete a controllare questi "fastidi" e ne trarrete giovamento!

Sarete così bravi da arrivare a 5 minuti di meditazione senza distrarvi? Vi do un piccolo esercizio da fare tutti i giorni: dedicate a voi stessi un piccolo spazio di pochi minuti in modo da acquisire maggiore consapevolezza del vostro corpo. 


- Prima cosa: spegnere il cellulare. Questo tempo è dedicato solo a voi.


- Trovate un posto in casa in cui sapete che non verrete disturbati e dove vi sentite tranquilli.


- Mettetevi una sveglia in modo da darvi un tempo preciso e verificare se effettivamente siete riusciti a mantenere la concentrazione.


- Trovate una posizione che vi consenta di stare comodi e immobili, ma comunque vigili (solitamente la posizione del fiore di loto che vedete qua sotto è la più comoda, oltre a essere quella che dona maggiore stabilità, tenendo la schiena bene eretta con le mani appoggiate sulle gambe): 


- Chiudete  gli occhi e iniziate a percepire il vostro corpo nella sua totalità come se faceste uno scanner di ogni parte di voi: dai capelli, alle spalle fino ad arrivare ai piedi.


- Ora concentratevi sul vostro respiro, ascoltate l'aria che inspirate e che esce dalle narici, provando a darle un ritmo regolare.


- Ascoltate il battito del vostro cuore e lasciate fluire il respiro senza forzarlo.


- Se vi accorgete che i pensieri ritornano prepotenti, osservateli come se non facessero parte di voi e tornate a concentrarvi sul respiro.


- Una volta terminato l'esercizio, prendetevi qualche secondo prima di riaprire gli occhi e ringraziatevi per il tempo che vi siete concessi.



Provate ogni giorno, anche solo qualche minuto, vedrete che man mano riuscirete a mantenere la concentrazione per più tempo e sarete soddisfatti dei risultati ottenuti! 

Dai, scrivici! Hai qualche richiesta, curiosità, o bisogno di un consiglio? Digita il tuo messaggio qui sotto!

© 2023 by Train of Thoughts. Proudly created with Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now